www.phyto-fitness.eu                                         info@phyto-fitness.eu                                                  Copyright(c) Phyto-Fitness
per uno stile di vita sano e attivo consulenza personalizzata
Benvenuti Nutrizione Cosmetica Acqua Contatto
info@phyto-fitness.eu
Cosmetica - la pelle
Phyto-Fitness
LA STRUTTURA DELLA PELLE: qualche dato - la pelle è composta da tre strati: l'epidermide, il derma e lo strato ipodermico o sottocutaneo - la pelle è il più esteso organo del corpo; complessivamente la nostra pelle misura più di 2 metri quadrati e può pesare fino a 3 kg - in media la pelle di un individuo adulto è composta da oltre 300 milioni di cellule L' Epidermide L'epidermide costituisce la superficie della pelle. Ha lo spessore di un sottile foglio di carta, che ha la funzione di barriera e contribuisce a schermare la luce del sole, i germi, i batteri, il caldo e il freddo e aiuta a prevenire la perdita di umidità. Lo strato più esterno dell'epidermide è denominato stratum corneum (strato corneo) ed è costituito da cellule appiattite in ben 20 strati. Ciascuna cellula è ricoperta di umettanti che la mantengono umida e flessibile; è circondata da speciali lipidi con il compito di intrappolare l'idratazione. A. La parte più profonda dell'epidermide è denominata strato basale. Le cellule di base sono responsabili del continuo rinnovamento delle cellule. La pelle è in stato di perenne rigenerazione. Le nuove cellule nascono alla base dell'epidermide e migrano lentamente verso la superficie. Qui vengono eliminate e sostituite da nuove cellule. Questo ciclo da due a tre settimane in una pelle giovane e il doppio in una pelle matura. B. Quando le cellule iniziano il loro viaggio, sono ben idratate. Spostandosi verso l'alto, cominciano ad appiattirsi e a inaridirsi. Quando infine raggiungono lo strato corneo, hanno l'aspetto di scaglie. Le cellule nello strato basale contengono anche melanociti, cellule specializzate nella produzione di melanina, in grado di conferire alla pelle il suo colore. I raggi UV inviano un segnale ai melanociti - accelerando la produzione di cellule della pelle e scurendola. I soggetti lentigginosi hanno un codice genetico che induce i propri melanociti a una produzione non uniforme, per cui alcuni di essi, se esposti al sole, non producono melanina, altri ne producono in misura maggiore, scurendo la pelle in modo non omogeneo. Il Derma Sotto l'epidermide si trova il derma, osia "la pelle vera e propria". È lo strato che conferisce alla pelle le caratteristiche e la vitalità che le sono propri. Qui si trova il collagene, le fibre che rendono elastica la pelle. Pensiamo alle fibre di collagene come alle molle di un materasso. Un materasso senza molle sarebbe fragile, piatto. Lo stesso vale per la nostra pelle. Vi si trovano anche le fibre di elastina (catene di polipeptidi), come nastri morbidamente intrecciati, flessibili, che conferiscono alla pelle la capacità di estendersi e riprendere la sua forma originale. Il derma contiene anche le ghiandole sudoripare e le ghiandole sebacee, che mantengono il giusto livello di idratazione. Il derma controlla l'idratazione dell'epidermide, produce il collagene che mantiene soda la pelle e l'elastina che la rende liscia, genera il sebo che preserva la pelle mantenendola elastica e idratata. Lo strato sottocutaneo (ipoderma) Forma la base di sostegno dei tre elementi costitutivi della pelle. Vi si trova un'ampia rete di tessuto connettivo intrecciato con cellule adipose. Qui hanno sede anche i muscoli che controllano i movimenti del viso. Essi svolgono un ruolo chiave nel sostenere la struttura della pelle. Con il passare del tempo, questi muscoli possono indebolirsi favorendo la formazione di piccole linee e di rughe caratterizzate come segni di espressione. Lo strato sottocutaneo conferisce alla pelle la sua forma e il suo profilo, funge da ammortizzatore rispetto agli strati più esterni, collega la pelle con i tessuti e i muscoli sottostanti. Tipi di pelle Ogni pelle è diversa. Per scegliere o suggerire i prodotti di trattamento adatti alle esigenze specifiche di ogni persona, è necessario conoscere i vari tipi di pelle. Come riconoscere i tipi di pelle: Anzitutto, esaminando la "Zona T". Poi, osservando la zona delle guancie e degli occhi: struttura, dimensione dei pori, piccole imperfezioni e linee sottili. La maggior parte delle persone ha una pelle normale tendenzialmente secca, o una pelle normale tendenzialmente grassa. La Zona T è quella parte del viso a forma di T che comprende la fronte, il naso e il mento. Spesso la pelle della Zona T è diversa dalla pelle delle guance e della zona intorno agli occhi, poichè di solito è più grassa del resto del viso. Osservate la pelle in un punto ben illuminato. Esaminate sempre il viso pulito. Osservate l'untuosità superficiale, oppure attendete 10 minuti dopo aver tolto il trucco. I tipi di pelle si possono suddividere in alcune grandi categorie: Pelle normale tendente al secco - la pelle è tirata, fragile e opaca con pori minuti - possono verificarsi fenomeni di desquamazione e piccole linee - raramente presenta imperfezioni o macchie Pelle normale tendente al grasso - la pelle appare lucida e untuosa - i pori sono dilatati - minime linee sottili - presenza di macchie o imperfezioni Pelle sensibile - la pelle si irrita facilmente - può bruciare, pizzicare, arrossarsi e apparire a chiazze La pelle sensibile non è un tipo di pelle, ma piuttosto uno stato della pelle che richiede cure particolari. Per chi ha una pelle sensibile, le caratteristiche di untuosità o di aridità diventano un problema secondario. È importante prendersi cura dello stato della pelle più che del tipo di pelle. Pelle mista La pelle mista riunisce le caratteristiche di una pelle grassa e di una pelle secca. Di solito la parte grassa è al centro e comprende il naso, la fronte e il mento (Zona T), mentre la zona più secca comprende le guancie, la bocca, e la zona intorno agli occhi. In casi estremi (es. pelle molto secca sulle guancie), questo tipo di pelle dovrebbe essere trattata come se fossero due tipi diversi.
condividi sui tuoi social
...
Share